La Federazione Polacca di Atletica Leggera (d’ora in poi denominata PZLA), ha dedicato ampio spazio al tema della ricerca, gestione e sviluppo del talento nel suo piano di sviluppo strategico per il periodo 2017-2020, che non è altro che il naturale proseguimento del precedente, compilato per gli anni 2013-2016.

L’analisi era partita da una diagnosi dello stato generale dell’atletica polacca, per sviluppare poi un piano ipotetico di attuazione per ogni singola attività.

Gli obiettivi primari  erano così sintetizzati:

. capire cosa rappresenta l’atletica oggi;

. diffondere l’atletica nel contesto sociale attuale, aumentandone la popolarità, l’attrattiva, il numero delle persone che la praticano, il numero dei tesserati, la presenza nei media;

. rafforzare la posizione dei Comitati Regionali di atletica leggera, aumentando i finanziamenti che poi si traducono in maggiori entrate per i comitati provinciali e in sostegno per i clubs, che sono i più vicini ai problemi locali (è in atto una riforma che include il progetto di formazione periodica per i clubs, organizzato da PZLA)

. aumentare il numero dei risultati e il loro livello negli eventi internazionali;

. costruire un modello efficace di allenamento;

. aumentare i fondi e la diversificazione degli stessi, del Ministero dello Sport e Turismo e di enti privati (sponsor e donazioni);

. sviluppare le infrastrutture;

. professionalizzare il personale occupato in atletica leggera, attraverso, tra le altre cose, l’acquisizione di brillanti figure professionali provenienti da vari ambiti: sociale, economico, politico.

. migliorare le condizioni sociali degli allenatori;

. migliorare la cooperazione nell’ambito della struttura globale.

 

Il tema della formazione, strettamente collegata alla ricerca e allo sviluppo del talento, è tra gli elementi base del piano di sviluppo strategico dell’atletica polacca.

Il reclutamento e la formazione dei giovani avviene attraverso iniziative organizzate da PZLA, ma che prevede la cooperazione di diverse figure nello svolgimento delle varie attività d’implementazione, tra le quali:

. il Ministero dello Sport e Turismo (MSit),

. i comitati regionali e provinciali,

. i clubs e le associazioni sportive,

. le università e le scuole pubbliche,

. i partners ufficiali e gli sponsors di PZLA,

. regioni, comuni, enti locali, amministrazioni locali.

La ricerca di talenti avviene attraverso:

. azioni di  sistema a livello centrale e attraverso i clubs sportivi scolastici;

. azioni che attuano il programma educativo a livello centrale e locale, tramite le Scuole Nazionali dello Sport

. azioni di formazione, come il programma “Atletica Leggera per Tutti!”

. iniziative scolastiche;

. programmi di educazione fisica nelle università e nei club universitari per gli atleti;

. iniziative dei clubs di atletica leggera.

SUPPORTO ALLE SQUADRE NAZIONALI

E’ un’iniziativa sperimentata da PZLA e in molte altre Federazioni polacche.

Responsabile è il MSiT, PZLA ne coordina le attività, fornendo altresì pareri riguardo la composizione degli atleti nelle scuole e il loro periodico riesame, con valutazione dei progressi sportivi degli studenti.

Ogni anno vengono controllati circa 1.500 studenti con l’utilizzo di attrezzature specialistiche. Vengono inoltre valutati attraverso risultati sportivi in competizioni di atletica selezionate.

La formazione avviene attraverso personale qualificato di coaching, coordinato da un allenatore identificato per ogni regione.

SCUOLA NAZIONALE DELLO SPORT (SMS)

La Scuola Nazionale dello Sport, basata sul funzionamento della scuola superiore o di una squadra scolastica, è stata ideata per combinare scuola-istruzione scolastica-allenamento. Offre mense e strutture ricettive, dormitori e campi sportivi per i non residenti. I migliori atleti possono partecipare agli allenamenti dei gruppi federali U18 – U20 – U23.

Non sono scuole sportive, ma scuole pubbliche che attuano un programma di formazione per gli atleti in parallelo con l’insegnamento tradizionale.

Sono mantenuti almeno tre anni di formazione consecutiva.

La formazione può comprendere una o più discipline.

La durata minima delle ore di sport non può essere inferiore alle 16 ore settimanali.

L’apprendimento in una scuola di questo tipo è gratuito.

Attualmente ci sono circa 130 scuole aventi lo status di Scuola Nazionale Sportiva, di cui il supporto da parte del MSit era previsto per 55 unità.

CENTRI SPORTIVI GIOVANILI DI ALLENAMENTO (OSSM)

Sono centri di formazione di sport giovanile delle Federazioni sportive polacche.

Includono atleti delle categorie U18 – U20 – U23, particolarmente dotati. La loro formazione è affidata ad allenatori professionisti della categoria junior con molta esperienza e che sono affiancati da giovani allenatori aventi già dimostrato risultati significativi.

Questi atleti usufruiscono di attrezzature, consulenze, partecipazione a gruppi di allenamento, trattamenti sanitari e di benessere.

La formazione è supervisionata dalla Federazione sportiva di riferimento.

Questo programma è finanziato interamente dal MSit.

Attualmente operano 69 di questi Centri.

CLUBS SPORTIVI SCOLASTICI (SKS)

E’ un programma del MSiT, indirizzato agli studenti delle scuole primarie e secondarie. Implementato nella forma di attività sportive e ricreative sotto la cura degli insegnanti di educazione fisica, in circa il 92% dei comuni in Polonia.

Gli incontri avvengono 2 volte a settimana per 60′ in gruppi di 15 alunni.

Sono coinvoli oltre 14.000 insegnanti di educazione fisica, oltre 290.000 partecipanti. Ad oggi sono state realizzate circa 300.000 lezioni.

CLUBS SPORTIVI PER STUDENTI (UKS)

Creatore nel 1994 di questa iniziativa è il Comitato Olimpico Polacco.

Questa è una forma giuridica speciale, che opera in conformità con la legge sulle associazioni; sono necessarie 7 persone e non 15 come previsto nel caso di altre associazioni.

L’obiettivo è dare la possibilità a bambini e giovani studenti di praticare sport in modo organizzato, in conformità delle disposizioni di legge sulla concorrenza all’interno della rete sportiva.

ISTRUZIONE SUPERIORE

Ci sono attualmente 6 università per gli studi in educazione fisica, che contano circa 30.000 studenti, 13 clubs di college, 41 sezioni di atletica leggera, circa 600 atleti attivi (60% uomini e 40% donne).

CENTRI MAGISTRALI DI FORMAZIONE (OSM)

Sono Centri Magistrali di Formazione attraverso i quali PZLA garantisce la formazione degli atleti anche dopo la fine della scuola secondaria.

Gli obiettivi sono:

. un ulteriore sviluppo dei giovani di talento sotto la direzione di allenatori della Squadra Nazionale ed Olimpica;

. avviare gli atleti allo sport professionistico;

. preparare ed attuare un piano di allenamento finalizzato alla partecipazione ai Giochi Olimpici;

. combinare efficacemente la formazione sportiva con la scienza.

CENTRI DI FORMAZIONE ACCADEMICA MILITARE

Fino al 1990 i Gruppi Sportivi Militari erano piuttosto popolari. Attualmente ce ne sono 2, uno molto forte, mentre nell’altro l’atletica è stata un po’ messa da parte.

ATLETICA LEGGERA PER TUTTI!”

Un importante progetto per la divulgazione dell’atletica leggera in Polonia ha visto la luce nel 2014 denominato “Atletica Leggera per Tutti!” (LDK!)

La sua stesura  è avvenuta per iniziativa di PZLA e programmato da specialisti, manager e allenatori dell’atletica leggera al fine di promuovere uno stile di vita sano, stimolare l’attività sportiva tra i giovani, non solo durante le lezioni di ginnastica ma anche nel tempo libero, e quindi attivare nuovi talenti.

Il programma “LDK!” include la formazione del personale attraverso corsi, conferenze, corsi di formazione con insegnanti eccezionali (compresi i selezionatori delle squadre nazionali), materiale didattico, una piattaforma tematica interattiva, corsi per insegnanti di educazione fisica.

Il programma è valutato attraverso sondaggi on-line e interviste, tramite una società esterna, per verificare se gli obiettivi sono stati raggiunti.

Il finanziamento avviene da parte del MSiT, dello sponsor principale (Nestlè) e uno sponsor di PZLA (PKN Orlen SA). Grazie a ciò le lezioni del programma sono gratuite.

I comitati regionali sono partner diretti di PZLA nell’attuazione di “LDK!”, i quali selezionano i coordinatori dei centri di atletica leggera nei quali si svolge tale programma.

Diretto ad alunni dalla prima classe della scuola primaria alla terza classe della scuola secondaria.

Gli obiettivi sono:

. diffondere l’atletica leggera;

. aumentarne la pratica;

. migliorare i livelli di salute;

. attuare un programma di formazione coerente basato su modelli internazionali;

. aumentare le abilità dei partecipanti;

. aumentare le capacità volitive;

. formare atteggiamenti positivi;

. promuovere una sana alimentazione

. istruire i partecipanti riguardo l’abbigliamento corretto;

. unire generazioni per approfondire i legami familiari;

. mettere in contatto i bambini e i giovani con le stars dell’atletica leggera polacca;

. l’introduzione graduale alle competizioni sportive (dal divertimento alla competizione).

Il programma consiste di:

. lezioni di atletica (da 3 a 5 volte a settimana, a seconda del livello di istruzione – nel 2018 si sono allenati circa 10.000 alunni – al 2018 sono state condotte oltre 50.000 lezioni). Le lezioni avvengono in linea con le indicazioni suggerite in un manuale metodologico;

. test di idoneità fisica;

. eventi sportivi;

. eventi scolastici ed intra-scolastici;

Tali attività sono suddivise per fascia di età.

Sono previsti corsi di formazione metodologica e organizzativa per gli operatori del programma, compresi quelli per i volontari.

Il progetto è reso possibile dalla cooperazione di molte parti:

. MSiT;

. partners e sponsors

. coordinatori del programma;

. formatori;

. unità amministrative locali;

. direttori scolastici;

. insegnanti (ci sono oltre 500 insegnanti – allenatori che collaborano);

. genitori;

. rappresentanti dei clubs di atletica.

Inoltre il  progetto presuppone l’utilizzo del potenziale delle organizzazioni non governative, in particolare dei clubs sportivi locali e la cooperazione con il personale scientifico.

I clubs all’interno della scuola possono essere affiliati potendo così partecipare alle gare federali.

ALTRE FORME DI RECLUTAMENTO ATLETI

L’iniziativa privata da parte degli allenatori contribuisce al reclutamento di nuovi atleti attraverso:

. una selezione effettuata durante le competizioni scolastiche (organizzate dalle associazioni sportive scolastiche, indipendentemente dalle Federazioni sportive ai sensi della legge sportiva), nonchè nel corso delle competzioni al di fuori dei grandi centri urbani.

. una ricerca principalmente tra  i ragazzi di età compresa tra i 12 e i 13 anni, tra i partecipanti dei vari programmi (LDK,SKS, etc.)

                                                                                  * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

I programmi elencati sono importanti per la ricerca del talento sportivo, ma il risultato di tale ricerca dipende da altri aspetti che riguardano imprescindibili  attività managerialì.

E’ di basilare importanza il lavoro di squadra, con l’identificazione e l’inclusione di tutte le parti interessate, privilegiando la qualità e non la quantità.

L‘Organizzazione, per la professionalizzazione del personale occupato e la totale cooperazione nell’ambito della struttura; il Marketing, per l’aumento della popolarità dell’atletica, le attrattive, il numero dei praticanti, il numero dei tesserati, la presenza nei media; l’Economia e Finanza, per l’aumento dei fondi e la diversificazione degli stessi (attualmente il budget di PZLA è di 7.000.000 di euro di cui l’80% derivante dal MSiT, che concede finanziamenti alle federazioni sportive solo dietro presentazione di un piano di sviluppo); la Formazione, organizzando il lavoro dei tecnici, proteggendo la loro professione, migliorando le qualifiche professionali, nonchè la costruzione di un modello efficace di allenamento, per l’aumento del numero delle medaglie; i Giudici, con la riforma delle licenze per garantire l’utilizzo del personale più qualificato; le Infrastrutture, costruendo stadi nei grandi centri e sale di atletica leggera nei piccoli centri e ammodernizzando quelli già esistenti (sono previsti impianti con pista da 200 mt. per ogni provincia); i Regolamenti, da rendere efficaci relativamente alle competizioni nazionali; le Tecnologie, la loro modernizzazione e il conseguente impatto sulla gestione delle Federazioni sportive; l’Organizzazione di eventi, durante i quali poter ottenere i migliori risultati; i media, è di fondamentale importanza la presenza dell’atletica in tutte le sue manifestazioni (anche scolastiche) nei canali televisivi e radiofonici pubblici ma anche privati; i Siti Web, promuovere la diffusione in diretta degli eventi sportivi e altre iniziative; l’Immagine, creare un identificativo forte dell’atletica leggera polacca.

Molto altro, a livello di approfondimento dei punti richiamati, è emerso leggendo il Piano di Sviluppo Strategico della Federazione Polacca di Atletica Leggera.

Quanto riportato è il frutto dell’intervento del Dr. Filip Moterski, rappresentante di PZLA, nel corso del convegno “Lo sviluppo e la gestione del talento”, organizzato da SmartAtletica, e dell’intervista che mi ha rilasciato subito dopo.

 

                                                                                                                                                                                Paola De Marco

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: